0881 61 78 25

Contatta i nostri esperti

MENU

In viaggio con Frida Kahlo!.

In viaggio con Frida Kahlo!

Durata: 6 giorni/5 notti

Prezzi da €890

IN VIAGGIO CON FRIDA

Un viaggio alla scoperta del Mondo di Frida Kahlo, personaggio carismatico e icona messicana profondamente passionale, una celebrazione a 110 anni dalla sua nascita che vi permetterà di vivere e respirare l’atmosfera colma di autenticità dell’Artista.

Durata: 6 Giorni / 5 Notti – Partenze di martedì
5 notti a Città del Messico
Quote a partire da € 890
Visite culturali: Museo di Frida Kahlo, Casa Studio Diego Rivera e Frida Kahlo, Città Universitaria, Museo Dolores Olmedo, Parrocchia di San Jacinto Visite etniche: quartieri di Coyoacan e San Angel Visite naturalistiche: Xochimilco

PROGRAMMA

1° GIORNO: ITALIA/CITTÀ DEL MESSICO
Arrivo all’aeroporto di Città del Messico, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.
2° GIORNO: CITTÀ DEL MESSICO
Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata ai luoghi dove la pittrice ha vissuto la sua intensa vita. Coyoacan, una delle 16 delegazioni del Distrito Federal, un tempo era  un piccolo villaggio fuori città ma, con lo sviluppo che ha avuto Città del Messico, si è trasformata in un quartiere cittadino, mantenendo il  suo fascino  con le strade acciottolate, le piazze, i giardini, i musei  e le magnifiche residenze in stile coloniale. Visita della Casa-Museo di Frida Kahlo ricavato all’interno della “Casa Azul” dove la pittrice ha vissuto negli anni della giovinezza e dove sono esposte alcune opere minori dell’artista. Al termine proseguimento per visitare il vicino Museo Studio Diego Rivera e Frida Kahlo, nel quartiere San Angel; la proprietà è costituita da due case dove ciascuno dei due artisti aveva il suo studio e collegate tra loro da un ponte. Termina la giornata la visita al caratteristico quartiere coloniale; di particolare interessa la Chiesa di San Jacinto sul lato ovest dell’omonima piazza, la Plaza de San Jacinto conosciuta per il suo bazar di arte di sabato: i Domenicani fondarono questa chiesa nel 1596 dedicata a San Giacinto e il suo altare maggiore è in legno ricoperto d’oro, mentre l’antico monastero è austero e servito come tale fino al 1754. Rientro in hotel. Pernottamento.
3°/5° GIORNO CITTÀ DEL MESSICO
Prima colazione in hotel. Abbiamo conservato le 3 giornate interamente libere, in maniera che possiate decidere in autonomia tra le centinaia di opportunità culturali, artistiche e architettoniche che questa meravigliosa metropoli offre. Nella sezione Quote è possibile consultare una selezione di visite imperdibili che ci permettiamo di consigliare. Pernottamento.
6° GIORNO: CITTÀ DEL MESSICO/ITALIA
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per la visita alla Città Universitaria, iscritta nel 2007 dall’UNESCO nel Patrimonio Culturale dell’Umanità, motivo d’orgoglio per il Messico. Il campus della Città Universitaria, meglio noto come UNAM, non solo ospita l’istituzione culturale più importante del Paese, ma permette anche di ammirare magnifiche opere di muralisti messicani. Tra queste, il murales dello stadio olimpico, sede dei Giochi Olimpici del 1968, realizzato da Diego Rivera. Proseguimento con la visita al Museo Dolores Olmedo, ubicato in una tranquilla hacienda del XVII secolo: il museo possiede forse la più vasta ed importante collezione di opere di Diego Rivera. Al termine proseguimento per Xochimilco, un antico lago endoreico, i cui canali dei giardini galleggianti (isole artificiali create per la coltivazione) vengono attraversati dalle trajineras, barche tradizionali e coloratissime a fondo piatto, tutte con nomi femminili. Xochimilco è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità nel 1987. Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.
Museo Frida Kahlo

La “Casa Azul”, ovvero l’abitazione-studio dove visse l’artista Frida Kahlo, è il cuore del viaggio stesso. Nelle varie sale sono ancora oggi visibili gli arredi, opere minori dell’artista nelle quale emerge tutta la potenza della sua opera, ritratti e vari oggetti di arte popolare e pezzi preispanici, nonché opere di Rivera, José María Velasco, Paul Klee e di alcuni loro amici, fra i quali Marcel Duchamp e Yves Tanguy. Si possono ammirare anche alcuni dei costumi regionali indossati dalla pittrice. Nel giardino Frida teneva le scimmiette, i cani ed i pappagalli che compaiono in alcuni suoi quadri.
Casa studio Diego Rivera e Frida Kahlo

Juan O‘Gorman fu progettista della casa-studio di Diego Rivera e Frida Kahlo.  La casa, progettata nel 1931 e terminata nell‘anno successivo, in realtà è composta da due case-studio tra loro unite da un ponte: una più grande e possente destinata a Diego, di 21 anni più grande di Frida e dalla corporatura massiccia e imponente, e l‘altra più piccola, si direbbe quasi minuta e fragile, come era la natura di Frida, unita alla prima solo da un ponte all’altezza del solaio di copertura, percorso evidentemente più simbolico che funzionale.
Parrocchia di san Jacinto

La costruzione di questo tempio, uno dei più antichi di Città del Messico, è iniziata a metà del XVI secolo e nel 1580 divenne una chiesa. Questa chiesa ha una navata larga ma austera, comune per il tempo, che contrasta con i colori dei bellissimi giardini del suo atrio, in cui si trova una delle prime croci di pietra costruite in Messico e conserva preziosi manufatti.
Città Universitaria

La Città Universitaria è l’insieme di edifici che formano il Campus: il 28 giugno 2007 è stata iscritta dall’UNESCO nel Patrimonio Culturale dell’Umanità, ma già prima di questo evento l’antica università era motivo d’orgoglio per il Messico. Il campus dell’Universidad Nacional Autónoma de México, meglio nota come UNAM, non solo ospita l’istituzione culturale più importante del Paese, ma permette anche di ammirare magnifiche opere di muralisti messicani. Tra queste, il murales dello stadio olimpico, sede dei Giochi Olimpici del 1968, realizzato da Diego Rivera, o il complesso murales della Biblioteca Central, che rappresenta la cosmogonia preispanica, opera di Juan O’Gorman.
Museo Dolores Olmedo

Situato a Xochimilco, il museo occupa l’edificio che un tempo era conosciuto come Hacienda La Noria, risalente alla fine del XVI secolo. Dolores Olmedo Patino è riuscita a integrare in un unico insieme un patrimonio artistico di valore enorme; l’edificio ospita le collezioni più importanti della produzione di Diego Rivera e Frida Kahlo, come pure le incisioni dell’artista Angelina Beloff. L’edificio è circondato da magnifici giardini dove prevalgono fiori e alberi tipiche messicane e vi abitano splendidi animali come pavoni e xoloitzcuintles, i cani la cui razza è di origine preispanica.
Print Friendly, PDF & Email

Richiedi informazioni >> TORNA A TUTTE LE PROPOSTE

Contatta ADESSO un nostro operatore: