0881 61 78 25

Contatta i nostri esperti

MENU

Matera: ciak, si gira!.

Matera: ciak, si gira!

Scritto da: , venerdì - 06 Febbraio, 2015

Bentrovati :). Oggi vi parlerò di Matera, una città che ho amato da subito e di cui conserverò sempre un bellissimo ricordo.

Il paesaggio materano è assolutamente suggestivo, quasi incantato. Uno scenario impressionante, che toglie il fiato: le grotte neolitiche e paleolitiche, il centro storico con i suoi Sassi e le  chiese rupestri, il lento scorrere del torrente Gravina, uno degli affluenti del fiume Bradano…

IMG_2322

IMG_2302 - Copia

Camminando per i vicoli del centro storico di Matera, il rischio -oltre quello di scivolare, provare per credere ;)- è di essere catapultati, senza preavviso, in un’altra era, quasi come se lo spazio e il tempo si fossero fermati all’età della pietra.  Ed è probabilmente per questo motivo che la città lucana –descritta in maniera  sublime dal poeta Carlo Levi, uno dei primi intellettuali ad averne colto il fascino malinconico- è diventata –a partire dagli anni ’50- una vera e propria scenografia senza precisa collocazione spazio-temporale, il set ideale per una narrazione universale di umanità, memoria, tradizione e cambiamenti sociali.

Lo scorso week end, giusto per rimanere in tema, erano in atto le preparazioni della scenografia per il nuovo adattamento del romanzo di Lew Wallace, Ben Hur, diretto da Timur Bekmambetov…ed ecco Matera trasformata in una piccola Gerusalemme…

IMG_2232 - Copia

IMG_2268

IMG_2281 - Copia

Queste immagini parlano da sole vero???

Cosa aggiungere…Visitate Matera e lasciate che a guidarvi sia solo ed esclusivamente il tempo emozionale…

L.B.

 

Condividi il post sui social