0881 61 78 25

Contatta i nostri esperti

MENU

Corfù: il folklore della Pasqua ortodossa.

Corfù: il folklore della Pasqua ortodossa

Scritto da: , mercoledì - 04 Gennaio, 2017

La celebrazione della Pasqua è certamente l’evento più importante della comunità corfiota, posticipata di 10 giorni rispetto alla Pasqua cristiana poiché fa riferimento al calendario giuliano anziché quello gregoriano.

Il programma di preparazione alla Pasqua Ortodossa è ben articolato e ha la durata dell’intera settimana santa! I festeggiamenti più significativi, però, vengono concentrati negli ultimi tre giorni.

Il  Venerdì Santo è il giorno degli Epitaffi, anche definito il giorno dei  Sepolcri, in cui i corfioti sono obbligati al riposo e al digiuno di latticini, pesce e pollame. Le chiese dell’isola portano in processione il proprio Epitaffio consistente in una bara ricoperta di fiori rappresenta la morte di Cristo la quale sfila per le vie della città seguito da bande musicali. Questo inoltre è per i fedeli il giorno di visita alle tombe dei parenti defunti e amici.

easter_greek6

Il Sabato Santo ha inizio con il terremoto! Alle ore 6 del mattino presso la chiesa di Panaghia ton Xenon i fedeli ripropongono il “sisma” che si abbatté secondo le sacre scritture dopo la Resurrezione del Signore. Si prosegue con la processione del santo patrono dell’isola San Spiridone e alle ore 11 si celebra la Prima Resurrezione con la spettacolare caduta dei botides, brocche di coccio riempite d’acqua e gettate dalla finestra (riprendendo una antica tradizione veneziana).

Al termine della rottura delle brocche  ha inizio la sfilata della banda musicale. Infine in serata presso la Pano Platia, ovvero la piazza Superiore, si celebra la Resurrezione. Qui il momento è davvero suggestivo reso ancora più solenne non solo dai rulli dei tamburi  e fuochi d’artificio ma anche dalle tantissime luci delle candele accese sul davanzale di ogni finestra. A mezzanotte il rito pasquale giunge al culmine: il sacerdote, chiamato  il “pope”, bussa per tre volte alla porta maggiore della chiesa e annuncia che Cristo è risorto. A questo punto le porte della chiesa si spalancano e il coro intona l’inno della Resurrezione con il lancio di foglie di alloro mentre i fedeli con in mano le candele accese ritornano in processione alle loro case.

pasqua_corfu-850x459

0070

La Domenica di Pasqua  inizia alle ore 7 del mattino con la celebrazione della Resurrezione in ogni chiesa seguita dalle sfilate con parate filarmoniche e cori.

034_34_1_1 corfu_easter

Condividi il post sui social